Eros

Ero stesa a pancia sotto sul bancone, sentivo che con una mano mi premeva con forza sulla schiena per tenermi ferma, l’altra era scivolata sul seno, il sinistro, era più sensibile e lui lo sapeva, lui mi conosceva. Avevo la mia prosperità completamente nella sua mano che mi stringeva e pizzicava. Il respiro si faceva più forte per entrambi, poi mi colpì il sedere con la mano che mi immobilizzava al bancone, emisi un suono roco, ma acuto, la mano che era sul seno si sposto sulle mie labbra per serrarle “Shhhh”, sentii…

Stralcio erotico preso da “Il Suono” disponibile gratuitamente per Kindle Unlimited

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...