MASCHERE

Di sorrisi son pieni gli obiettivi fotografici
Di sguardi ammalianti sono sazi gli specchi
Durante la routine giornaliera si brilla come il sole nell’alba rossa di Luglio
La sera in famiglia si è calorosi come il focolare in inverno
Quando cala la notte e l’oscurità la fa da padrona; nel proprio letto svegli, incapaci di chiuder occhio, schiacciati da quel gelo che attanaglia il petto
Stringendo tra la braccia il cuscino, quando finalmente possiamo esser noi stessi.